Entusiastica accoglienza ed applausi per il Recital del Trio lirico De Maio Lupoli al Giardino di Palazzo del Trono a Cetraro

Altro grande successo si è registrato la sera 30 agosto 2019 per il Trio lirico De Maio Lupoli al Giardino di Palazzo del Trono in Piazza del Popolo a Cetraro,per il Concerto conclusivo della Rassegna concertistica “ Due Sogni di Notte di Mezz’Estate ” promossa dal Comune di Cetraro con l’organizzazione, la direzione artistica e la partecipazione del M° Sebastiano Brusco, pianista solista di fama internazionale che ha tenuto il primo concerto del 29 agosto.

Grande nuovo appuntamento,dopo i precedenti per Ferrari Event a Capri,l’Estate a Napoli,al Parco dei Campi Flegrei, nel Lazio per l’Estate a Gaeta, ambasciatori della lirica e del bel canto partenopeo il Trio lirico, composto dagli ormai conosciuti ed apprezzati Olga De Maio soprano , Luca Lupoli tenore, Lucio Lupoli tenore, accompagnati al pianoforte da Nataliya Apolenskaja sono stati davvero protagonisti di una fantastica serata dedicata al Bel Canto, all’Opera, alla Romanza da Salotto, all’Operetta ed alla classica canzone napoletana, un variegato e ricco programma che ha veramente suscitato le emozioni e le ovazioni del pubblico accorso in gran numero nel bellissimo Giardino di Palazzo del Trono di Cetraro, per una serata già preannunciata di grande spessore per la vocalità importante e la bravura degli interpreti, caratterizzata da una dote e da una versatilità, non comune,a passare dai vari generi del belcanto sempre con eleganza, raffinatezza e stile appropriato.

Eseguito in forma solistica ed in trio un programma davvero collaudatissimo, passando dall’atmosfera appassionata e sentimentale della Romanza da Salotto di Leoncavallo, De Curtis, Bixio, alla Danza di Rossini ed ai brani immortali da La Traviata di Verdi e la Turandot di Puccini, alla magia del mondo dell’operetta di Lehar ed alla struggente bellezza delle melodie classiche napoletane quali I te vurria vasa ‘, Marechiaro, Torna a Surriento, O sole mio che hanno coinvolto e fatto sognare tutti gli spettatori,che hanno richiesto dei bis…

Lunghissimi applausi agli artisti e parole di apprezzamento da parte del direttore artistico della rassegna Sebastiano Brusco che si e’ detto felice di aver concluso con un tale Concerto due serate, augurandosi e dando appuntamento al prossimo anno per un programma ancora più ricco ed articolato.

Intanto vi invitiamo a seguire e ad aggiornarvi sui prossimi eventi ed appuntamenti degli artisti consultando i loro siti, quello dell’Associazione Culturale Noi per Napoli e la relativa pagina Facebook.

http://soprano Olga De Maio

http://Luca Lupoli,

http://Associazione Culturale Noi per Napoli

https://www.facebook.com/AssociazioneNoiPerNapoli/

Annunci

Le Stelle della Lirica in una notte di Mezz’Estate sulla Riviera dei cedri

Venerdì 30 agosto 2019 alle h.22 presso il Giardino di Palazzo del Trono in Piazza del Popolo a Cetraro per la Rassegna “Due Sogni di Notte di Mezz’Estate ” con la direzione artistica del M° Sebastiano Brusco, in scena il Recital lirico:

Le Stelle della Lirica,
con

Olga De Maio soprano
Luca Lupoli tenore
Lucio Lupoli tenore
Nataliya Apolenskaja pianista
Musiche di Rossini, Verdi, Tosti, Puccini, Lehar, Leoncavallo, De Curtis

La nota coppia della lirica ,al livello internazionale e nazionale, composta dal soprano Olga De Maio e dal tenore Luca Lupoli, artisti lirici del teatro San Carlo di Napoli, rappresentanti e promotori della Storica Associazione Culturale Noi per Napoli attiva da ben 27 anni nel campo della cultura, della musica, dell’arte e del sociale in ambito partenopeo,nazionale ed internazionale, e’ impegnata in un progetto di promozione, diffusione del bel canto, dell’opera lirica e della canzone classica napoletana,nella sua tradizione più puramente lirica, che si intitola ” Luoghi Storici e Musica “, associando appunto la musica con la realizzazione del Concerto, alla conoscenza della storia del sito in cui viene eseguito, di Napoli ,della Campania e in generale delle altre Regioni .
Appuntamenti che hanno caratterizzato la loro ” stagione concertistica ” estiva in una formazione di Trio lirico,costituita in modo innovativo dai due tenori, Luca e Lucio Lupoli e dal soprano Olga De Maio nella proposta appunto del confronto e della diversificazione dei due generi canori e del repertorio musicale maschile e femminile, dal quale l’opera lirica e’ caratterizzata.

Reduce dai suoi recenti successi con il Recital “ Le Stelle della lirica “ ,proposto tra luglio ed agosto per l’Estate a Napoli 2019 con il titolo Già la luna in mezzo al mare al Castello del Maschio Angioino, nel cuore del parco dei Campi Flegrei a Pozzuoli il 10 agosto, per l’Estate a Gaeta presso il Castello Aragonese il 17 agosto con La Notte della Lirica, il Trio lirico,con Olga De Maio, Luca Lupoli e Lucio Lupoli, accompagnati dalla pianista Nataliya Apolenskaja, approda il 30 agosto 2019 alla Rassegna concertistica ” Due Sogni di Notte di Mezz’Estate ” organizzata dal Comune di Cetraro, su invito del suo direttore artistico il M° Sebastiano Brusco, che a sua volta si esibirà in un Concerto pianistico il giorno 29 agosto, presso il Giardino di Palazzo del Trono in Piazza del Popolo.

Il programma del Concerto “Le Stelle della lirica“prevede un repertorio dedicato alla grande tradiziine del bel canto italisno e partenopeo che parte dalla Romanza da Salotto dell’800 e del ‘900 con brani come, la rossiniana Danza, La Mattinata di Leoncavallo,Non ti scordar di me,passa per l’opera con Verdi ,Puccini, l’operetta con Lehar ed arriva ai brani della tradizione lirica partenopea con Marechiaro di Tosti Di Giacomo, Torna a Surriento dei fratelli De Curtis etc…

I tre artisti lirici si esprimeranno quindi in un variegato programma, ricco di suggestioni e pathos, capace di trasmettere forti ed intense emozioni al più grande e vasto pubblico, in un trascolorare di sentimenti e stati d’animo, creando così un’atmosfera sognante da notte di Mezz’Estate!

Olga De Maio soprano

Luca Lupoli tenore

Associazione Culturale Noi per Napoli

I recenti successi di Olga De Maio & Luca Lupoli,dal Golfo Flegreo a quello di Gaeta ,con “Le Stelle e la Notte della lirica “

Dal cuore dei Campi Flegrei con la memorabile serata del 10 agosto 2019,nella magica notte di San Lorenzo presso la Tenuta Monte Spina Gruccione Pozzuoli, con” Le Stelle della lirica”, alla” Notte della lirica” il 17 agosto 2019, presso il Castello Aragonese di Gaeta, per la Rassegna Estate a Gaeta 2019, i due noti artisti lirici di “Noi per Napoli, il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli,artisti del Teatro San Carlo, insieme al tenore Lucio Lupoli, in formazione di Trio lirico,hanno riscosso consensi, grande successo ed apprezzamenti per i due Recital dedicati alla musica lirica ed al Bel Canto, nel cuore dell’estate, dopo quelli che li hanno visti impegnati tra maggio,giugno e luglio a Napoli con L’Estate a Napoli 2019, presso il Maschio Angioino con i titoli Bel Canto al Castello e ” Già la luna in mezzo al mare “dedicati sempre al Bel Canto lirico e alla canzone classica napoletana.

Ricordiamo che Olga De Maio e Luca Lupoli sono impegnati da anni conAssociazione Culturale Noi per Napoli in un progetto di promozione, diffusione del bel canto, dell’opera lirica e della canzone classica napoletana,nella sua tradizione più puramente lirica, che si intitola ” Luoghi Storici e Musica “, associando appunto la musica con la realizzazione del Concerto, alla conoscenza della storia del sito in cui viene eseguito, di Napoli ,della Campania e in generale delle altre Regioni.

Appuntamenti che hanno caratterizzato la loro ” stagione concertistica ” estiva in una formazione di Trio lirico,costituita in modo innovativo dai due tenori, Luca e Lucio Lupoli e dal soprano Olga De Maio nella proposta appunto del confronto e della diversificazione dei due generi canori e del repertorio musicale maschile e femminile, dal quale l’opera lirica e’ caratterizzata .

Le Stelle della lirica,evento del 10 agosto, in occasione della magica notte di San Lorenzo, ha avuto la particolarità di avere avuto come sfondo scenografico una location molto particolare, sita nel cuore dei Campi Flegrei in Pozzuoli, la Tenuta Monte Spina Gruccione, in un’oasi di verde in cui si vive e respira la salubrità dell’aria : un incontro tra bellezza, magia,ed armonia della musica e del Bel Canto con quella della natura tra i meravigliosi tralci di viti, albicocche, ciliegie,nella quiete dell’amenita’ dei vulcani dei Campi Flegrei, un connubio tra i piaceri e le emozioni del palato e quelli della romanza da Salotto, dell’opera lirica e della canzone classica napoletana, teso a valorizzare le risorse naturali e le bellezze del territorio,sintesi di natura e cultura in cui il pubblico ha assitito, nella magica notte delle stelle cadenti, sotto la volta stellata, alle splendide interpretazioni dei tre artisti internazionali Olga De Maio,Luca e Lucio Lupoli, accompagnati dalla pianista Nataliya Apolenskaja, in particolare con il doppio brindisi di apertura tratto dalla Cavalleria Rusticana di Mascagni e quello finale Libiam n’è lieti calici da La Traviata di Verdi.

Il 17 agosto invece il trio lirico e’ stato protagonista a Gaeta presso il Castello Aragonese, nell’ambito del prestigioso programma dell’Estate a Gaeta 2019, organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Gaeta, del Concerto intitolato La Notte della lirica

dedicato sempre all’Opera lirica, all’Operetta ed alla canzone classica napoletana, con inserimento in repertorio di brani immortali quali il Nessun dorma dalla Turandot di Puccini, Una furtiva lagrima dall’Elsir d’amore di Donizetti,O mio babbino caro da Gianni Schicchi di Puccini, Libiam ne’ lieti calici da La Traviata, Tace il labbro da La Vedova Allegra di Lehar, l’Intermezzo della Cavalleria Rusticana di Mascagni, insomma un ricco variegato, programma di romanze e canzoni classiche napoletane da Torna a Surriento, Santa Lucia luntana e Voce ‘e notte per la gioia del numeroso e folto pubblico accorso con applausi ed ovazioni meritatissime per gli interpreti.

Da sottolineare che gli artisti hanno voluto dedicare un fuori programma all’inizio del Concerto per l’immane tragedia del giovane ventunenne Mario Valerio, bagnino di Gaeta, che ha lasciato sgomenti e sconvolti tutto il Sud pontino, eseguendo La Vergine degli Angeli di Giuseppe Verdi, venendo incontro anche alla volontà commemorative delle Istituzioni gaetane cittadine, un momento di autentica commozione !

Gli artisti lirici sono stati accompagnati dall’ Ensemble strumentale composto dai maestri Francesco Schiattarella pianista, dal flautista Andrea Ceccomori, di fama internazionale, che ha eseguito come solista un brano di sua composizione, dal violinista e mandolinista Michele Gaudino, con le coreografie di Barbara Alicandro,con le note storiche del giornalista Giuseppe Giorgio, organizzazione curata in collaborazione con l’Associazione La Magica di Augusto Ciccolella e voluta fortemente dalla Delegata alla Cultura del Comune di Gaeta Dott.ssa Mariapia Alois.

Le Stelle della lirica

Associazione Culturale Noi per Napoli

Le Stelle della lirica per la Magica notte di San Lorenzo

L’Associazione culturale “Noi per Napoli” e l’Azienda Vitinicola Montespina, presentano “Le stelle della lirica – per la magica notte di San Lorenzo”, il grande evento dedicato al bel canto e all’enogastronomia, in programma il prossimo 10 agosto alle ore 21.00 tra le vigne dell’Agriturismo “Il Gruccione” in Via San Gennaro Agnano, 63 a Pozzuoli.

Per i partecipanti, un’emozionante festa in attesa della magica notte delle stelle cadenti, divisa tra i piaceri del palato e quelli della romanza da salotto, della lirica e della canzone classica napoletana. Protagonisti d’eccezione gli artisti stabili del Teatro San Carlo: il soprano Olga De Maio e il tenore Luca Lupoli e l’altro tenore Lucio Lupoli, accompagnati dalla pianista Natalia Apolenskaja.

Con loro, il giornalista e saggista, Giuseppe Giorgio che accompagnerà le esecuzioni con le sue trascinanti note storiche e gli aneddoti relativi agli autori e ai primi interpreti dei brani in programma. Un concerto che nella suggestiva cornice dell’ Agriturismo il “Gruccione”, tra i vulcani degli ameni Campi Flegrei e sospesi su di un angolo del golfo baciato dagli Dei, proporrà con tre straordinari e applauditi interpreti internazionali, un affascinate repertorio diviso tra le arie e le più belle canzoni di tutti i tempi.

Il tutto preceduto dal gusto di specialità firmate dagli chef Salvatore Di Meo e Giuseppe Iovino, come il “cuppetiello di arancini, paccheri e crocchette di patate”, i “paccheri con cozze e peperoncino verde” le “graffe” calde e le immancabili Falanghina e Piedirosso dop dei Campi Flegrei, dell’Azienda Vitivinicola Iovino. Con i buoni auspici dei padroni di casa Antonio e Teresa Iovino, a prendere corpo tra i meravigliosi tralci di viti, tra le albicocche e le ciliege e nella quiete di una terra fantastica, sarà uno spettacolo ricco di emozioni e di momenti da non perdere.

Nell’incanto della vulcanica terra puteolana e protesi verso l’incomparabile bellezza del golfo di Napoli, con “Le stelle della lirica”, un concerto di note e di sapori unico e avvincente per un’estate da cantare, assaggiare e ricordare.

Concerto e degustazione costo 20 euro.

Per info e prenotazioni 3405258835- 3394545044.

Un Recital imperdibile per una magica ed indimenticabile  notte della lirica a Gaeta

L’ Assessorato alla Cultura del Comune di Gaeta in collaborazione con l’ Associazione Culturale Noi per Napoli ed Associazione ” La Magica” sabato 17 agosto alle h.21, nell’ambito delle Manifestazioni per l’Estate a Gaeta 2019 presso Il Castello Aragonese presentano “ LA NOTTE DELLA LIRICA ” concerto con Olga De Maio soprano e Luca Lupoli tenore,artisti del Teatro San Carlo e con la partecipazione del tenore Lucio Lupoli.

L’ ensemble strumentale sarà diretto dal M° Francesco Schiattarella pianista, con il M° Andrea Ceccomori, flautista ed il M°Michele Gaudino, violinista e mandolinista.Le note storiche saranno a cura del giornalista Giuseppe Giorgio e le coreografie e corpo di ballo a cura della Scuola di Danza Be Art di Barbara Alicandro.L’organizzazione sarà a cura di Augusto Ciccolella.

I due artisti lirici, il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, figure ormai sempre piu’ affermate e note nel panorama lirico nazionale ed internazionale, sono tra gli interpreti piu’ apprezzati della tradizione belcantistica operistica e partenopea con l’Associazione Culturale Noi per Napoli, di cui essi stessi sono i rappresentanti, che si afferma sempre piu’ come un punto di riferimento per la diffusione e la promozione della cultura musicale in ambito operistico ed in quello della lirica classica pattenopea, a Napoli, in Campania, in Italia e nel mondo.

Il programma del concerto, in una delle piu’ suggestive e storiche location del Lazio, il Castello Aragonese di Gaeta,si preannuncia ricco e vario : dalle romanze di Opere famose come L’Elisir d’amore, Una furtiva lagrima, di Donizetti, a Giuseppe Verdi con La Traviata, Puccini con Gianni Schicchi e Turandot, la immortale Nessun dorma, il bellissimo intermezzo della Cavalleria Rusticana di Mascagni, dell’operetta La Vedova Allegra, il Paese dei Campanelli e la immancabile canzone classica napoletana con titoli quali Santa Lucia lontana, Torna a Surriento e O sole mio, accompagnate anche dalle dolci note del tradizionale mandolino del M° Michele Gaudino, nonché violinista.

Parte del programma saranno le coreografie della Scuola di Danza Be Art, diretta da Barbara Alicandro e la partecipazione del flautista M° Andrea Ceccomori che non solo accompagnerà gli artisti lirici ma eseguirà dei brani a solo con le coreografie dei danzatori.

Al pianoforte ed alla guida dell’ Ensemble strumentale il M° Francesco Schiattarella

Il pubblico sarà poi guidato in questo fantastico viaggio nel mondo della lirica, dell’operetta, della musica e della danza dalle note storiche e dalle curiosità raccontate dallo storico Giuseppe Giorgio.

Instancabile organizzatore dell’ evento il Dott.Augusto Ciccolella,reduce dalla “Notte Bianca” di Formia del 19 luglio scorso che ha riscosso un notevole successo ed interesse: Augusto da grande appassionato per l’arte in generale e per la Cultura, da anni con grande spirito organizzativo, tenacia, competenza e professionalità, si dedica alla realizzazione di eventi di grande spessore ed in particolare per quanto concerne la lirica gia’ lo scorso anno diede l’opportunità a tanti cittadini di Gaeta, turisti, appassionati ed amanti del genere di ascoltare ed assistere sulla meravigliosa Terrazza Borbonica al bellissimo Recital lirico dedicato al melodramma ed al Bel Canto con gli artisti sopra menzionati, con grande soddisfazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Gaeta, tant’è che anche per quest’ Estate 2019 non hanno voluto far mancare il loro appoggio ad un appuntamento così importante, inserendolo nel calendario ufficiale delle Manifestazioni.

Quest’anno quindi si replica con un Recital intitolato appunto “La Notte della lirica “, in cui sara’ protagonista il Bel Canto dei due artisti lirici Olga De Maio e Luca Lupoli ed il tenore Lucio Lupoli,insieme alla musica strumentale ed alla danza per offrire agli spettatori quello che è un saggio del melodramma teatrale, composto appunto da più componenti artistici e generi canto, musica e danza.

Sarà davvero una notte indimenticabile per sognare e sotto un cielo stellato emozionarsi ascoltando le note delle più belle melodie operistiche, delle passioni amorose delle operette e del pathos della immortale canzone classica napoletana, un appuntamento per tutti !

Per tutte le informazioni e per partecipare a questo fantastico evento rivolgersi:

Infoline 366 1824863/ 3394545044

Noi per Napoli

https://www.facebook.com/Associazione-Culturale-La-Magica-444263605707962/

Comune di Gaeta Ufficio Turismo http://www.comune.gaeta.lt.it Tel. 0771.469439

Strepitosa serata di bel canto,danza e musica al chiaro di luna al Maschio Angioino

Magnifica serata al Maschio Angioino per l’ Estate a Napoli 2019 Quarantesima edizione indetta dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, con l’ Associazione Culturale Noi Per Napoli per lo spettacolare Concerto Gia’ la luna in mezzo al mare sotto la luce della luna, una serata di canto,musica,danza dedicata a Napoli,Rossini,alla luna,al mare,alla danza della nostra bellissima citta’.

Un bel pubblico accogliente e caloroso ha applaudito gli artisti che hanno dato vita ad uno spettacolo raffinato e vario, proponendo brani di repertorio rossiniano operistico, cameristico, coreografico, insieme a dei brani meno conosciuti sia della tradizione del bel canto musicale antica napoletana che di quella classica da salotto!

Nel cast : Olga De Maio soprano, Luca e Lucio Lupoli tenori, Maurizio Iaccarino pianista, Andrea Ceccomori flautista, le coreografie del Centro d’Arte Tersicorea di Gloria Sigona e Livia Spoto ed il loro Corpo di ballo con il ballerino ospite Liberato Novellino con le ballerine Flavia Fisciano, Marisa Fortunato, Michelle Priore, Emanuela Terracciano, Roberta Tripodi, la voce narrante Giuseppe Giorgio.

Al chiaro di luna hanno riecheggiato le note di romanze quali Vaga luna di Bellini, la serenata dal Barbiere di Siviglia rossininano ” Se il mio nome saper voi bramate”, la donizettiana “Me voglio fa na casa”, la Santa Lucia di Cottreau , fino poi alle “variazioni su tema di Rossini” di Chopin per flauto e pianoforte,alle coreografie dei passi a due di Massenet, Delibes, Minkus, la grande tradizione classica napoletana con Piscatore e Pusilleco, Mandulinata a Napule, Torna a Surriento e il brano dell’antica canzone classica napoletana La vesta nova…

Suggestive ed emozionanti le interpretazioni degli artisti che hanno entusiasmato il pubblico numeroso, in una serata veramente di pura arte e bellezza della musica della nostra immortale tradizione!

Il cameo della serata, come sigla di apertura e chiusura, e’ stata la Danza di Rossini, eseguita dai cantanti e dal corpo di ballo in una perfetta fusione di bel canto, danza e musica.

Una serata in cui è stato messo in luce il profondo legame tra il genio pesarese e la Città di Napoli in cui venne chiamato dal grande impresario Domenico Barbaja a dirigere il glorioso Teatro San Carlo tra il 1815 ed il 1822, la viva giocondita’ che egli trasfuse nelle sue opere buffe maturo’ molto probabilmente a contatto con la vivacità dell’ambiente musicale della città e con la grande tradizione della Scuola Napoletana di Scarlatti, Pergolesi e Paisiello!

La finalità di queste iniziative artistiche sono sempre quelle di poter diffondere tra un pubblico più vasto la conoscenza di brani musicali di un repertorio appartenenti sia all’opera lirica che alla tradizione classica napoletana meno nota, più antica e di trasmettere maggiormente alle giovani generazioni dei punti saldi di riferimento sui quale fondare sempre di più la propria identità culturale.

Già la luna in mezzo al mare

Giovedì 11 luglio 2019 h.21.00 nel del Cortile del Maschio Angioino l’Associazione Culturale Noi per Napoli , per la quarantesima edizione dell’ Estate a Napoli 2019,indetta dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, presenta :
Già la luna in mezzo al mare” :

questo il titolo del Concerto che, prendendo spunto dai versi iniziali del capolavoro rossininano della “Danza ” di Gioacchino Rossini, vuole mettere in risalto e rappresentare ,attraverso riferìmemti letterari, musicali, canori e coreografici, la presenza a Napoli del musicista pesarese, chiamato dall’impresario Domenico Barbaja a dirigere il Teatro San Carlo dal 1815 al 1822,ed altre sue celebri opere,riscuotevano un enorme successo in tutta Italia!

Verranno rievocate, attraverso riferimenti ideali contenuti nei brani musicali, cantati ,danzati e narrati,

vedute della città dal molo e dal Carmine, scorci di Mergellina e Posillipo dove si trovava Villa Barbaja, sua dimora abituale, l’amore nato a Napoli con la celebre Colbran,tratti del mondo e del clima culturale della città partenopea, in cui il genio dell’opera buffa ha tratto ispirazione e materia per i suoi capolavori,ma ha sicuramente anche la sua impronta ed eredità alla musica partenopea posteriore.
É un viaggio ideale e romantico, ricco di suggestioni ed echi ,che passerà dalla Tarantella di Rossini alle romanze di autori a lui contemporanei come Donizetti, Bellini, “,fino a quelli posteriori che hanno riferimenti al mare, alla luna, alla danza, a Napoli, alla giovialita’ ed alla stimolante e vivace temperie culturale della capitale partenopea tra la fine dell’800 ed i primi decenni del ‘900, per esempio come la barcarola Piscatore ‘e Pusilleco, Santa Lucia, Me voglio fa na casa, Marechiare, Torna a Surriento che molto hanno anche dei riferimenti rossininani,

L’evento ha lo scopo di mettere in risalto la bellezza della musica di Rossini, il legame ed il collegamento della sua musica con quella delle immortali melodie partenopee, di proporre uno spaccato di vita di un’epoca di Napoli che ha dato poi tanto lustro ad altri compositori.

Si rivolge quindi ad un pubblico sia cittadino che internazionale , ad una fascia d’età che va dai giovani fino agli under 70
Con il trio lirico : OLGA DE MAIO soprano, LUCA LUPOLI tenore, LUCIO LUPOLI tenore,MAURIZIO IACCARINO pianista, ANDREA CECCOMORI flautista, GIUSEPPE GIORGIO narratore.

Corpo di Ballo del CENTRO D’ARTE TERSICOREA diretto da GLORIA SIGONA E LIVIA SPOTO

con Flavia Fisciano, Marisa Fortunato, Michelle Priore, Emanuela Terracciano, Roberta Tripodi

LIBERATO NOVELLINO ballerino ospite

Coreografie a cura di Gloria Sigona e Livia Spoto
INFOLINE E PRENOTAZIONI Associazione Culturale Noi per Napoli 3394545044/393 3824208

Tickets point Edicola Piazza del Gesù
Contributo di partecipazione per lo spettacolo 12€

Possibilita’ di visita guidata su prenotazione un’ora prima dello spettacolo con un costo aggiuntivo di 6,50

formula spettacolo più visita guidata 16,50 ( 10€ lo spettacolo 6,50 visita)

https://noipernapoli.it/

Associazione Culturale Noi per Napoli

Bel Canto & Storia al Castello

L’ Associazione Culturale Noi per Napoli

In collaborazione

con
Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli

Associazione Culturale Timeline

Presenta
Il 29 giugno 2019

in occasione della Festa della Musica al Maschio Angioino

BEL CANTO & STORIA AL CASTELLO

Grande appuntamento con il Bel Canto, la Storia e l’Archeologia

h.17.30 con Archeologia Sottosopra
tour guidato a cura di Timeline

h.18.30 Recital Lirico ” Il Bel Canto nella Bella Epoque”

presso la Sala della Loggia

Con

OLGA DE MAIO soprano
LUCA LUPOLI tenore
LUCIO LUPOLI tenore

MAURIZIO IACCARINO pianista

note storiche a cura di GIUSEPPE GIORGIO

Evento molto particolare con un affascinante intreccio tra il Bel Canto,la musica, la storia e l’archeologia, quello che attende gli spettatori il 29 giugno 2019 presso Castel Nuovo Maschio Angioino:
il Recital lirico dedicato al repertorio del Bel Canto napoletano ed italiano, considerato sempre piu come Patrimonio dell’Unesco, d’epoca tardottocentesca e primo novecento della Belle époque, con le piu’ belle romanze da Salotto, duetti, le pagine immortali dell’operetta e dell’opera che a Napoli ebbe tanta eco e risonanza con i riferimenti e radici nella tradizione culturale partenopea della canzone classica napoletana.La città della Sirena Partenope,il canto, la musica erano evidentemente nel codice genetico sin dalla sua origine mitologica, tanto che dal XVI secolo in poi Napoli è un punto di riferimento in Europa per lo sviluppo dell’arte musicale e del Bel Canto .Musica piena di sole“ fu definita quella del musicista Cimarosa, icastica immagine di quella che era la vitalità, la soavita’ delle melodie che esprimevano il sole di Napoli e del meridione italiano, quella che indiscutibilmente ed inequivocabilmente si definiva come una delle capitali mondiali della musica dall’epoca aurea della settecentesca scuola napoletana. Esemplare è l’universalità della canzone ‘O sole mio per testimoniare il successo planetario delle melodie napoletane, amate ed interpretate dai più grandi cantanti lirici della storia, in primis quell’Enrico Caruso nei confronti del quale la sua città natale fu ingiustamente avara di successo.

Per provare poi le emozioni della scoperta il tour guidato, proposto dall’Associazione Culturale Timeline,si intitola:
Archeologia Sottosopra, uno straordinario viaggio nel tempo, alla scoperta della fortezza di Castel Nuovo – Maschio Angioino. Attraversando l’arco di Trionfo, volutoda Alfonso d’Aragona, ai visitatori attende una grande avventura tra le opere di fortificazione aragonese, dal cortile monumentale agli scavi archeologici di epoca romana, ritrovati nei sotterranei fino ad arrivare sul punto più alto del castello.
INFOLINE E PRENOTAZIONI
339 4545044 Associazione Culturale Noi per Napoli Associazione Culturale Noi per Napoli

331 7451461 Associazione Culturale Timeline Associazione Culturale Timeline
Tickets point Edicola Piazza del Gesù
Contributo di partecipazione 13€

La Sirena Liberty,testimonial per il Bel Canto di Noi per Napoli

nella foto il soprano Olga De Maio

Una Sirena Parthenope dal carattere Liberty, testimonial del Bel Canto della Città di Napoli, l’immagine che l’Associazione Culturale Noi per Napoli ha scelto per pubblicizzare i prossimi Eventi dedicati al Bel Canto presso il Maschio Angioino, uno dei luoghi simbolo della città di Napoli, già proposto per il Maggio dei Monumenti 2019 con il grande successo del Recital Bel Canto al Castello e presso altri siti Storici di Napoli, della Campania e di altre Regioni che hanno richiesto la realizzazione di alcuni appuntamenti del format Luoghi Storici &Musica.

L’Associazione che ha lanciato da due anni questo Format con i prestigiosi riconoscimenti dei Patrocini dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli e della Presidenza del Consiglio Regionale della Campania, in cui,ricordiamolo, alla visita guidata ed alla scoperta dei Luoghi Storici più o meno conosciuti, si abbina sempre il Recital lirico dei suoi artisti, rappresentanti ed ideatori, il soprano Olga De Maio, il tenore Luca Lupoli, nel cast anche il tenore Lucio Lupoli ed il giornalista e storico Giuseppe Giorgio, ha eletto ad ambasciatrice del Bel Canto, italiano,in generale, ma anche partenopeo, in cui il primo affonda le sue radici, come proprio patrimonio culturale ed artistico, nonché, come presto ci auguriamo, dell “Unesco”,l’immagine di una Sirena Parthenope, in costume d’Epoca Liberty,raffigurata dalla raffinata artista Olga De Maio,con lo sfondo del Castel dell’Ovo, il castello che sorge sull’isolotto di tufo di Megaride (greco: Megaris), propaggine naturale del monte Echia, unito alla terraferma da un sottile istmo di roccia: questo è il luogo dove venne fondata Parthènope nell’VIII secolo a.C., per mano cumana.

Una Sirena della Belle Époque, come simbolo della continuità storica dell’antica e mitologica discendenza del canto delle sirene, protrattosi fino ai grandi ed immortali capolavori dei generi musicali dagli antichi ” canti neapolitani, fino a quelli della scuola operistica del ‘700 napoletano, dell’ottocento e primo novecento che ha visto la Città di Napoli come capitale europea della musica e della cultura.

Il repertorio eseguito dei Recital di Luoghi Storici e Musica infatti comprende sempre i generi dell’aria da camera, la romanza da Salotto dell’ 800/900, dell’opera, operetta e della tradizione classica napoletana, un vero e proprio excursus storico in cui il Bel Canto è protagonista e fruibile ai più, intenditori o meno, appassionati e coloro che desiderano avvicinarsi e conoscere questo genere di musica.

Vi invitiamo quindi a tenervi aggiornati per tutti i nostri appuntamenti sui nostri canali web e social .

Associazione Culturale Noi per Napoli

https://www.facebook.com/AssociazioneNoiPerNapoli/

https://olgademaio.it/

https://www.lucalupoli.it/

Quando la Scuola diventa un luogo concreto di educazione alla sensibilità

Ogni volta che sentiamo parlare di argomenti importanti che toccano il sociale quali ecologia, legalità, cittadinanza ecc, troviamo sempre l’istituzione scuola in prima linea nel difficile compito di tracciare una strada rivolta verso la sensibilizzazione delle nuove generazioni.Spesso però questo si riduce a “sterili”e talvolta noiosi incontri con conferenzieri di professione che si limitano a snocciolare dati senza proporre esempi concreti.

Nell’atrio dell’I.C. Mercogliano, la cittadina irpina ai piedi di Montevergine, domina la scena un’enorme installazione artistica che cattura l’attenzione di chiunque si rechi nella scuola. Si tratta di una gigantesca scarpa stilizzata di un rosso intenso alta 3 metri e lunga 4 punteggiata da volti di donna, non donne qualsiasi, donne divenute tristemente famose perché vittime di femminicidio.

Molte di loro possiamo riconoscerle subito per il clamore mediatico seguito alla loro tragica fine come Sarah Scazzi, Melania Rea e Yara Gambirasio.

Sono donne raffigurate in pose e momenti felici col sorriso che le avrebbe sempre dovute contraddistinguere, un sorriso che è stato brutalmente spento per sempre. L’opera ha già ricevuto dei riconoscimenti al di fuori della scuola avendo vinto il primo premio del concorso “Be Help-is” organizzato dalla Cooperativa sociale La Goccia di Avellino (www.cooperativalagoccia.it).

Gli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado dei tre plessi dell’I.C. Mercogliano hanno lavorato in sinergia dopo la visita delle psicologhe e sociologhe de “La Goccia” nell’auditorium della scuola che, attraverso attività apparentemente ludiche, sono riuscite a trattare importanti temi sociali proponendo agli alunni la partecipazione al concorso sulla violenza di genere, concorso che ha poi visto la partecipazione di molte istituzioni scolastiche del comprensorio irpino.

La scuola di Mercogliano è sempre stata sensibile e aperta alla diffusione di questi primari valori formativi come testimoniato dalla Dirigente Dott.ssa Alessandra Tarantino e dalla Vicaria Prof.ssa Anna Capossela. Gli alunni sono stati guidati nella realizzazione della grande scarpa tridimensionale dai docenti di Arte e Immagine dell’Istituto i Proff. Giuseppe De Maio e Alma Calabrese.

Il Prof. Giuseppe De Maio

Il progetto molto ambizioso è stato possibile grazie all’entusiasmo e alla partecipazione degli alunni che hanno anche composto delle frasi dimostrando che il messaggio di sensibilizzazione è stato davvero recepito. Le frasi, a volte sotto forma di riflessione, altre di vero e proprio ammonimento, sono state intervallate alle immagini delle donne, rappresentando una speranza affinchè episodi tanto efferati non riempiano più i titoli dei telegiornali.

E’ significativo dunque sottolineare come in un periodo tanto difficile per gli adolescenti di oggi, dove sempre più spesso la fanno da padrone espressioni come “stese”, “paranza” e “baby gang”, la scuola riesca ancora a rappresentare un baluardo indispensabile nel contrasto a tutte le attività negative attraverso la diffusione di valori che possono essere racchiusi in un’unica parola…sensibilità.